Parte da Maruggio l’appello ai sindaci d’Italia per adottare il provvedimento a firma del primo cittadino Alfredo Longo inerente il tema dei vaccini disponendo che nessun bambino al di sotto dei sei anni venga ammesso a frequentare la scuola per l’anno scolastico 2018-2019 senza preventiva produzione da parte dei genitori della certificazione relativa alle avvenute vaccinazioni.

Così il sindaco Longo, medico di professione, attraverso un video pubblicato sul proprio profilo social “lancia la sfida” al Ministro della Salute Giulia Grillo dopo l’approvazione del Decreto Milleproroghe che prevede il rinvio al 2019-2020 dell’applicazione di sanzioni per i genitori di bambini da 0 a 6 anni sprovvisti di certificati vaccinali. Il video in pochissime ore ha fatto il giro del web raggiungendo migliaia di visualizzazioni e condivisioni.

In questo periodo di grande confusione legislativa, il mio ruolo mi impone di agire a tutela della mia comunità” commenta Longo. “Questa ordinanza serve a salvaguardare i bambini più deboli, essendo io il responsabile della tutela della salute pubblica dei miei cittadini, oltreché a scongiurare complicazione anche terribili provenienti da infezioni o diffusioni di malattie endemiche. Tutto ciò nonostante il Governo abbia deciso di prorogare l’autocertificazione vaccinale a data da destinarsi e lo abbia fatto con il parere contrario della società scientifica di igiene e di pediatria, nonché dei presidi d’Italia. Nessun bambino può morire per colpa di una scelta politica tanto pericolosa quanto incomprensibile. Almeno nel mio Comune. La salute dei bambini non si tocca”.

In sostanza il dispositivo dispone la non ammissione a frequentare le lezioni dei bambini da 0 a 6 anni sprovvisti di certificazione rilasciata dalla Asl che attesti l’avvenuta vaccinazione. Il primo cittadino maruggese nel suo intervento invita gli utenti della rete a condividere il video chiedendo anche di far arrivare il messaggio ai sindaci degli altri Comuni affinché prendano esempio ed emettano la stessa ordinanza.

Se è vero che un bravo sindaco amministra la sua comunità come farebbe un buon padre di famiglia, cara Ministro Grillo, i nostri figli non si toccano. Sono convinto della solidarietà e del sostegno di tanti altri colleghi che faranno la stessa cosa. E se il Governo dovrà ricorrere contro le nostre ordinanze dovrà farlo per migliaia di Comuni” conclude il sindaco Longo.

Il provvedimento è stato notificato al dirigente dell’istituto comprensivo “T. Del Bene” di Maruggio, al comando di Polizia Locale, alla Asl di Taranto, alla Prefettura di Taranto e al Ministro della Salute.

 

© 2018, Redazione. Tutti i diritti riservati

Commenta