Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Foggia, hanno tratto in arresto un uomo di 23 anni e una donna di 36 trovati in possesso di 22 Kg. di marijuana.
In particolare, una pattuglia di “Baschi verdi” del Gruppo della Guardia di Finanza di Foggia, durante l’esecuzione di attività di controllo economico del territorio, ha fermato, nei pressi di Orta Nova, un’autovettura il cui conducente denotava un atteggiamento
sospetto.
La conseguente attività di ispezione del veicolo, eseguita con l’ausilio di unità cinofila della Compagnia della Guardia di Finanza di Manfredonia, consentiva di rinvenire, abilmente occultata all’interno dei sedili, e di sottoporre a sequestro 87 grammi di marijuana e 1 bilancino.
Grazie ad alcune immagini acquisite dallo smartphone del fermato, i militari riuscivano ad individuare un casolare, in agro di Cerignola, ove lo stesso si era rifornito della sostanza stupefacente.
La perquisizione del locale consentiva di accertare la presenza di un vero e proprio opificio – nella disponibilità di una trentaseienne che dimorava in un locale attiguo, munito di impianto di videosorveglianza – per l’essicazione e ed il confezionamento della
marijuana.
Nel dettaglio, venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro n. 187 piante e varie infiorescenze di cannabis – dalle quali sarebbero stati ricavati circa 22 Kg. di marijuana – un forno e vari ventilatori per  velocizzare l’essicazione del prodotto da spacciare nelle piazze di Cerignola ed Orta Nova.
Entrambi i soggetti sono stati tratti in arresto per i reati di detenzione di sostanza stupefacente per fini di spaccio e posti a disposizione dell’A.G. che ha disposto la custodia cautelare in carcere per la donna e i domiciliari per il ventitreenne.

© 2018, Redazione. Tutti i diritti riservati

Commenta