Venerdì 10 agosto al Lido Paradiso di Castellaneta (Ta), si esibirà il cantautore napoletano Enzo Gragnianiello, con il suo “Misteriosamente tour”, con il quale sta girando l’Italia proponendo i brani del suo ultimo lavoro discografico e i successi del suo prestigioso percorso musicale.
Nato a Napoli nel 1954, a ventidue anni ha intrapreso la sua prima esperienza importante nel settore della musica. Insieme a Gennaro De Rosa, Lorenzo Piombo, Roberto Porciello, Francesca Veglione, ha formato il gruppo musicale “Banchi Nuovi”, nome legato al comitato dei “Disoccupati Organizzati”, di cui lui stesso faceva parte. Qui ha cantato le prime canzoni, tra cui il suo cavallo di battaglia “O scippatore”. Enzo ha fondato questo gruppo allo scopo di avvicinarsi, sia pure con le dovute differenze, alla riscoperta delle radici popolari della musica e della canzone napoletana. Questa prima esperienza di musica impegnata porta Enzo a partecipare, nel 1976, a un importante “Festival a Berlino” dedicato alle tradizioni popolari e successivamente a pubblicare i suoi primi album: “Enzo Gragnaniello” del 1983 e “Salita Trinità degli Spagnoli” del 1985, il cui titolo si ispira al nome della via di Napoli dove Enzo tuttora vive, nei Quartieri Spagnoli. Musicista ed autore raffinato, interprete autentico della musica della Napoli che vive e respira quotidianamente la città, miscelando sapientemente ritmi sinceri ed atavici con la musica classica napoletana e sonorità mediterranee, nel 1986 ha vinto la Targa Tenco, riconoscimento che ha riconquistato anche nel 1990 e nel 1999. Testi intensi da autore, grandi sentimenti e grandi passioni sono i fattori cardine dell’artista campano che negli anni ha fondato su questi elementi la forza della sua musica.
Al Lido Paradiso, Enzo Gragnaniello porterà in scena un concerto intenso, in cui la sua voce graffiante diventa collante unico di musicalità e poesia. Durante l’esibizione sarà affiancato dai quattro musicisti che compongono la sua band, artisti che saranno in grado di dare vita al suo sound mediterraneo, partendo dalle antiche origini napoletane che si fonderanno con sonorità africane.
Al termine del concerto si continuerà a ballare, in occasione della notte di San Lorenzo, con le selezioni musicali proposte da vari dj locali, tra cui Massimo Etrix, Paride Pavone e Giovanni Manco.

© 2018, Redazione. Tutti i diritti riservati

Commenta