“Le dichiarazioni rese dall’Assessore ai Trasporti Gianni Giannini nel corso di un dibattito pubblico svoltosi ieri sera a Bari, con le quali si è di fatto chiuso alla possibilità di attivare voli civili da e per l’aeroporto di Grottaglie, meritano un immediato chiarimento da parte del Presidente della Giunta, Michele Emiliano, dal momento che stanno destando grande preoccupazione oltre ad aver generato molta confusione. Nei mesi scorsi ho più volte sollecitato una presa di posizione del Governo regionale al fine di consentire la valorizzazione dello scalo tarantino con l’arrivo di voli civili, e lo stesso Presidente, così come l’assessore al Turismo, Loredana Capone, avevano annunciato l’imminente pubblicazione di un bando per attrarre, grazie ad un contributo regionale di circa 7 milioni di euro, compagnie aeree low cost interessate ad operare su Grottaglie. Ora, però, contrariamente a quanto già annunciato, le parole di Giannini rappresentano una doccia gelata per tutti quanti ritengono, come il sottoscritto, che quell’aeroporto possa rappresentare un importante e strategico volano per la crescita dell’economia soprattutto turistica di tutta l’area jonica. Limitarsi a considerare l’aeroporto di Grottaglie solo uno scalo per le attività cargo o puntare tutto sui voli suborbitali da attivare (forse) tra diversi anni, significa di fatto condannare tutto il territorio tarantino alla marginalità, considerandolo solo una periferia che non merita attenzione. Al contrario noi riteniamo che consentire l’arrivo di voli civili a Grottaglie darebbe un impulso molto significativo al turismo e, quindi, alla crescita economica di tutto il territorio. Per questo crediamo che non sia più tempo di dichiarazioni in libertà di questo o quell’altro assessore che si smentiscono vicendevolmente. Il Presidente Emiliano chiarisca quali sono le sue reali intenzioni e ci faccia sapere se conferma la sua intenzione di investire sul futuro di quell’aeroporto, o se, rimangiandosi quanto già dichiarato, condivide le parole dell’assessore Giannini che di fatto chiudono alla prospettiva di Grottaglie come scalo per i voli civili. Ora occorrono parole chiare, perché con il gioco delle tre carte non si può governare a lungo. Ne va della dignità e della credibilità delle istituzioni che rappresentiamo”.

© 2018, Redazione. Tutti i diritti riservati

Commenta