Nel match clou della 27° giornata il Brilla, di misura, batte l’Ars et Labor Grottaglie 1 a 0 e sale al secondo posto insieme alla Rutiglianese. Gara importante per entrambe le compagini alla ricerca del miglior piazzamento nella griglia Play-Off. I leccesi hanno costruito il successo sul goal messo a segno da Scarciglia al 12° minuto favorito da una disattenzione della retroguardia grottagliese. Per il Brilla, che non ha impressionato sotto il profilo del gioco, una vittoria pesante che lo pone nelle migliori condizioni per affrontare le fasi finali. I biancoazzurri, da oggi momentaneamente fuori dagli spareggi, hanno disputato una buona partita e non meritavano certo la sconfitta. Il Grottaglie, dopo aver subito la rete, ha costretto gli avversari a giocare nella propria metà campo senza correre più nessun rischio e sfiorando il goal del pareggio almeno in un paio di occasioni. Il Brilla si è difeso con mestiere, molto spesso in affanno, facendo densità davanti all’area di rigore, con interventi provvidenziali all’interno dell’area e in un’occasione salvato anche dalla traversa. L’Ars et Labor ha espresso un buon calcio, con ottime trame, sovrastando in modo evidente gli avversari da un punto di vista atletico, nonostante i 120 minuti nelle gambe della finale di Coppa. Ci troviamo comunque a commentare la settima sconfitta stagionale che ha messo in luce, ancora una volta, due particolari che hanno segnato il campionato biancoazzurro: subire goal alla minima disattenzione e non riuscire a capitalizzare quanto prodotto. Limiti che, alla lunga, hanno condizionato in modo davvero profondo la classifica grottagliese. La situazione attuale è abbastanza delicata, sono rimaste tre partite e c’è la necessità di fare assolutamente punti per poter acquisire il diritto a disputare gli spareggi. Le gare da giocare sono contro il Don Bosco (28^) e lo Squinzano (30^) in casa e contro l’Erchie (29^) in trasferta, partite apparentemente alla portata ma che nascondono insidie. Il problema però potrebbero non essere solo le squadre da affrontare, il Grottaglie non può fare solo affidamento sui propri risultati, è legato anche a ciò che succederà sugli altri campi. Una condizione, questa, che ad inizio stagione nessuno avrebbe immaginato e che purtroppo è la cruda realtà, è obbligatorio fare 9 punti nelle prossime partite e sperare che dagli scontri diretti ancora in programma vengano fuori risultati positivi. Da segnalare un preoccupante episodio che ha visto coinvolto la punta del Grottaglie De Comite che è stato trasportato in ospedale per accertamenti avendo violentemente sbattuto la testa sul terreno di gioco dopo un contrasto aereo fortuito. Le condizioni del giocatore fortunatamente sono in miglioramento. A De Comite vanno i migliori auguri di una pronta guarigione da parte di tutti, anche da parte della società Brilla Campi per voce del proprio presidente.
Tabellino
BRILLA CAMPI – ARS ET LABOR GROTTAGLIE: 1 – 0
Formazioni
Brilla Campi: Petrelli, De Luca (Perrone), De Vincentis, Patruno,Tondo, Ricciato, Resinato, De Ventura (Simmini), Scarciglia (Ancora), Sforza, De Marco (Giannone) (Cappello). A disp. Pendinelli, Gyan, Cappello,. All. Cosma
Ars et Labor Grottaglie: Termite, Appeso, Lecce (Gigantiello), Collocolo, Camassa, Amaddio, Pisano, Fonzino (Zito), De Comite (Galeandro), Napolitano, Carbone. A disp. Annicchiarico, Sanarica, Krubally, Cantoro. All. Marinelli.
Marcatori: 12°pt Scarciglia
Ammoniti: Patruno (B), De Ventura (B), Scarciglia (B), Camassa (G), De Comite (G)
Arbitro: Sig. Davide Bono della sezione di Bari.
Le parole del DS Mimmo Ligorio: “Ritengo che la sconfitta sia immeritata. Abbiamo giocato nella loro metà campo per un tempo e mezzo, abbiamo l’amaro in bocca. Abbiamo fatto un bella partita e abbiamo sovrastato atleticamente i nostri avversari, nonostante la finale di Coppa giocata giovedì. Siamo uscita dal terreno di gioco con i complimenti dei nostri avversari, non c’è nulla da rimproverare ai ragazzi che hanno dato tutto. Con questa sconfitta e i risultati delle altre gare siamo scivolati nuovamente a sette punti dalla seconda, fuori dai Play-Off. Abbiamo finito con gli scontri diretti e le ultime tre partite, sulla carta, sembrano più abbordabili. Dobbiamo prenderci 9 punti e rientrare nella griglia spareggi.”

© 2018, Innocenzo Cristian Ricci. Tutti i diritti riservati

Commenta